Promo

Orecchini pendenti in stile decò, triangoli oro e diamanti - 2-2,20 ct - con perla da 9,5 mm - 9,8 gr; 3,8 cm

Orecchini pendenti, in stile decò a triangoli in oro bianco 18 ct, con diamanti taglio antico per 2-2,20 ct e con perla coltivata d'acqua dolce da 9,5 mm di diametro. Perno e farfallina come retro. Gli orecchini misurano 3,8 cm x 1,5 cm. Peso: 9,8 gr. . Usato garantito. Epoca: vintage, dal 1946 al 1980 Con certificato di autenticità redatto da perito del tribunale italiano.

Disponibilità: Disponibile

Prezzo di listino: 3.800,00 €

Prezzo speciale 1.900,00 €

La Perla

Spedizione assicurata con corriere 8,9€, GRATUITA oltre 89€

Spedizioni veloci, consegna in 2/3 giorni lavorativi.

Contattaci per ulteriori informazioni sul prodotto.

In casi di problemi puoi rendere il prodotto.

Pagamenti sicuri: usiamo PayPal.

Tutte le spedizioni sono assicurate.

Vuoi conoscerci meglio? Clicca qui.

Spedizione GRATUITA per gli ordini oltre 89€

Descrizione prodotto
Dettagli

Affascinantissimi pendenti, in stile decò a triangoli in oro bianco 18 ct, con diamanti taglio antico per 2-2,20 ct e con perla coltivata d'acqua dolce da 9,5 mm di diametro. Perno e farfallina come retro. Gli orecchini misurano 3,8 cm x 1,5 cm. Peso: 9,8 gr. Un pezzo unico dall'ammaliante fascino retrò, per un tocco di geometrie e di stile indimenticabili.

I gioielli di privati, come questo, venduti attraverso il nostro Mercatino dell’Usato vengono revisionati sotto tutti gli aspetti (incastonature, qualità delle pietre, tenuta di chiusure e meccanismi di manifattura, imperfezioni varie…), igienizzati ad alte temperature e ad ultrasuoni, ricondizionati, rodiati o lucidati a nuovo, re-infilati in caso di collane o bracciali, valutati secondo precisi criteri gemmologici, commerciali e di misure.
Nella maggior parte dei casi si tratta dunque di gioielli assolutamente pari al nuovo, che pur avendo un prezzo da Usato, sono garantiti dalla Gioielleria La Perla per 2 anni e vengono consegnati con confezioni e garanzie identiche a quelle del nuovo. I gioielli usati sono da noi proposti circa a metà prezzo rispetto al loro valore commerciale da nuovi.
Le carature delle gemme dei vari esemplari sono indicative, basate su criteri ottici e dimensionali, in quanto nella maggior parte dei casi si evita di smontare e rimontare il gioiello, per tutelarne l’integrità e l’autenticità. Ti aspettiamo per la valutazione dei tuoi gioielli e la perizia dei tuoi preziosi.

STILE ANTICO
Quando si parla di gioielli in stile, si fa riferimento a gioielli che riproducono perfettamente manifatture e caratteristiche di modelli presi in prestito dal passato.
Un eclettismo stilistico ricco di fenomeni diversi rientra nella generica definizione di gioiello in stile.
Dalla Gioielleria d’ispirazione neoclassica, a quella neogotica, al 700 siciliano, allo stile borbonico in epoca ‘800, ai revival variegati di rinascimentale, moresco, egizio, allo stile Impero napoleonico, alla romantica e modesta gioielleria vittoriana…
E la lista di suggestioni potrebbe continuare quasi all’infinito.
Per provare a sintetizzare lo spirito cui fa riferimento l’attuale denominazione di gioiello “in stile” possiamo rifarci alle tendenze del gusto attuale che rivelano una preferenza di massima per la gioielleria della prima metà dell’800 di solito più sobria e lineare, piuttosto che per le produzioni della seconda metà, generalmente distinta da un gusto più carico e pesante.
Per fare un esempio pratico sarà certamente più richiesto e più vendibile un portabilissimo anello a toppa con diamanti, piuttosto che una tiara tempestata di pietre preziose, seppure proposta ad un prezzo maggiormente conveniente.
In ogni caso il fascino dello stile, sta proprio nel suo anche se indistinto, assolutamente immediato, richiamo al passato.
Un vero ritorno a quelle che sono le nostre affinità storiche e personalissime e che sempre e comunque ci precedono, ci insegnano e ci guidano.

DIAMANTE
Il diamante, dal greco ""adamas”, ossia indomabile, invincibile, è composto da carbonio, con un punto di fusione attorno ai 4000 gradi centigradi.
Ha la durezza massima nel mondo minerale (10 sulla scala di Mohs).
I parametri di classificazione dei diamanti si sintetizzano in quattro fattori, le famose ""4 C"", dai termini inglesi: carat, cut, colour, clarity.

Carat: è il peso della pietra espresso in carati. Il nome deriva dall’usanza antica di usare il seme della carruba per le misurazioni in quanto di peso quasi sempre uniforme. Il carato corrisponde a 0,200 gr e i sottomultipli suddivisi in centesimi di carato sono detti Punti.
Colour: I diamanti più ambiti sono i diamanti perfettamente incolori. La classificazione dei diamanti utilizza le lettere dell'alfabeto anglosassone dalla D per diamanti eccezionalmente bianchi ed estremamente preziosi, alla Z per diamanti con colorazioni intense.
Clarity: è la purezza della pietra. Segnala la presenza, il numero, la posizione e la grandezza di inclusioni cristalline o discontinuità (microfratture) che diminuiscono la trasparenza interrompendo il cammino dei raggi luminosi. La scala di purezza va dalla prima sigla IF (che significa, puro alla lente a 10 x), a VVS, VS, SI, P1, P2, fino all’ultima sigla P3 (che significa con inclusioni estese immediatamente evidenti ad occhio nudo).
Cut: indica le proporzioni di taglio del diamante e la forma data alla gemma, compresa la finitura delle superfici lucidate. L’abilità del tagliatore è indispensabile per valorizzare la rifrazione della luce e di conseguenza la luminosità della pietra. Il diamante taglio brillante nelle proporzioni attuali (perfette tra dimensione della tavola, angolo del padiglione e angolo della corona) è il più celebre, in quanto studiato per esaltare al massimo le potenzialità della pietra (riflessione e dispersione della luce).
Esistono inoltre tantissimi altri affascinanti tipi di taglio del diamante: ovale, marquise, goccia, cuore, princess, carrè, radiant, smeraldo, tapered,cuscino, baguette, rosa olandese ecc.GEMME ORGANICHESotto la denominazione di pietre preziose “organiche” si possono classificare quei materiali ornamentali la cui nascita è legata a una genesi biologica animale o vegetale. Perle, corallo, avorio e ambra sono molto diversi per aspetto e composizione chimica, ma sono tutte gemme “vive”.PERLELa nascita di una perla è un evento naturale davvero miracoloso e affascinante: un corpo estraneo, per esempio un granello di sabbia o un parassita, si introduce all'interno del mollusco perlifero che, percependo il pericolo, per proteggersi ricopre l'intruso di sottilissimi strati di madreperla rendendolo inoffensivo e al contempo meraviglioso.Ecco che nasce la perla. Le perle coltivate si basano sullo stesso principio naturale, con la differenza che il corpo estraneo viene inserito dall’uomo. I molluschi vengono poi restituiti al loro mare o all’acqua dolce per un tempo variabile che può arrivare prima della raccolta anche a molti anni, per l’ottenimento di perle coltivate con gli strati di perlagione più spessi e quindi più preziose. Una vera magia.Perle australiane, giapponesi e Tahitiane sono le definizioni comunemente utilizzate per identificare le tre principali più pregiate varietà di perle.Le perle australiane, famose per le loro notevoli dimensioni, che possono superare anche 20 mm di diametro, sono caratterizzate da uno strato di nacre di notevole spessore, da una lucentezza satinata e da tinte tenui e naturali. Non è raro trovare perle australiane tendenti all’azzurro metallizzato o anche al giallo oro (quest’ultime definite “perle gold”). La loro produzione e la loro presenza sul mercato sono inferiori rispetto a quelle delle perle Akoya. Sono, di fatto, le perle che raggiungono i prezzi più elevati.Le perle giapponesi, cosiddette Akoya, sono le più conosciute e diffuse e fra le più belle al mondo grazie alla loro luminosità, risultato di un'iridescenza naturale. Le loro dimensioni sono generalmente comprese fra i 2 e i 10 mm e la loro colorazione può essere grigia, rosa, crema, dorata o verde.Le affascinanti perle Tahitiane nascono negli arcipelaghi polinesiani e sono note per le loro colorazioni peculiari che variano dal grigio chiaro al nero più intenso, con sfumature dai toni verdi, blu o bruni. Il loro diametro oscilla indicativamente tra i 9 e i 18 mm.Per riconoscere il pregio dei gioielli con perle è importante osservare la combinazione di diversi parametri che ne determinano il valore: l'origine, la provenienza e il grado di coltivazione; la dimensione; il colore e la lucentezza; la forma e l'aspetto della superficie, l’uniformità.

Ulteriori informazioni
Ulteriori informazioni
colore No
Misure No
pietre Diamante, Perla