Promo

Anello eternelle oro e diamanti bianchi e neri -1,18 ct totali; 2,60 gr. Misura 14.

Anello eternelle - fascia alta 0,3 cm- in oro bianco 18 ct con 0,48 ct di diamanti taglio brillante bianchi nel giro centrale e con 0,70 ct di diamanti taglio brillante neri nei giri laterali. L'anello pesa 2,60 gr. Misura 14.

Disponibilità: Non disponibile

Prezzo di listino: 1.900,00 €

Prezzo speciale 1.350,00 €

La Perla

Spedizione assicurata con corriere 8,9€, GRATUITA oltre 89€

Spedizioni veloci, consegna in 2/3 giorni lavorativi.

Contattaci per ulteriori informazioni sul prodotto.

In casi di problemi puoi rendere il prodotti. Resi facili!

Pagamenti sicuri: usiamo PayPal.

Tutte le spedizioni sono assicurate.

Vuoi conoscerci meglio? Clicca qui.

Spedizione GRATUITA per gli ordini oltre 89€

Descrizione prodotto
Dettagli

Scarica questo file e scopri la tua misura

Carattere e pregio per questo anello eternelle - fascia alta 0,3 cm- in oro bianco 18 ct con 0,48 ct di diamanti taglio brillante bianchi nel giro centrale e con 0,70 ct di diamanti taglio brillante neri nei giri laterali. L'anello pesa 2,60 gr. Misura 14. Le pietre sono incastonate e giustapposte entro binari lineari e preziosi esaltati dall'accostamento cromatico black and white. Una favolosa occasione dalla manifattura insuperabile! La forza dei volumi della Gioielleria la Perla e la decennale attenzione dedicata allo studio dei diamanti e delle aree estrattive di interesse, ci rende davvero imparagonabili.
Fate confronti e poi sceglieteci.

La Gioielleria La Perla si fa garante dell'eccellente qualità materica ed estetica di ciascun gioiello proposto.
Le nostre linee di Oro e Preziosi si pregiano tutte delle manifatture più alte, dell'artigianalità più competente sotto tutti gli aspetti: scelta e tagli di gemme, incastonature, montature, inserimenti artistici, dettagli tecnici anche non immediatamente visibili ( tipo il retro dei gioielli o le chiusure).
Il tutto viene proposto alla vendita soltanto dopo un serrato controllo qualità. I grossi volumi di affari generati da un impegno storico e quotidiano ci consentono di proporre gioielli da sogno a prezzi più che competitivi.
Provare per credere.

Le caratteristiche per definire una pietra preziosa sono:
1) la durezza che è la proprietà fisica più importante insieme alle proprietà ottiche. Maggiore è la durezza, maggiore è il pregio della pietra.
2) Dimensione
3) Rarità
4) Origine naturale
5) Bellezza, che comprende il colore, il potere disperdente, la trasparenza e il grado di rifrazione della pietra
6) Resistenza chimica

Per le pietre preziose l’unità di misura è il peso espresso in carati. Il carato corrisponde a 0,200 gr e i sottomultipli suddivisi in centesimi di carato sono detti Punti.

L’antico concetto di caratura, cioè la compartecipazione nella proprietà di una nave mercantile, tradizionalmente divisa in 24 parti, è stata applicata alla lavorazione dell’oro. Ecco perché l’oro puro è 24 carati. L’oro comunemente usato in gioielleria è a 18 carati (l’oro puro sarebbe troppo morbido per la realizzazione di ornamenti per il corpo), cioè una lega in cui l’oro è presente per i 18/24, ossia il 75% e così via per gli altri titoli dell’oro.

DIAMANTE
Il diamante, dal greco ""adamas”, ossia indomabile, invincibile, è composto da carbonio, con un punto di fusione attorno ai 4000 gradi centigradi.
Ha la durezza massima nel mondo minerale (10 sulla scala di Mohs).
I parametri di classificazione dei diamanti si sintetizzano in quattro fattori, le famose ""4 C"", dai termini inglesi: carat, cut, colour, clarity.
Carat: è il peso della pietra espresso in carati. Il nome deriva dall’usanza antica di usare il seme della carruba per le misurazioni in quanto di peso quasi sempre uniforme. Il carato corrisponde a 0,200 gr e i sottomultipli suddivisi in centesimi di carato sono detti Punti.
Colour: I diamanti più ambiti sono i diamanti perfettamente incolori. La classificazione dei diamanti utilizza le lettere dell'alfabeto anglosassone dalla D per diamanti eccezionalmente bianchi ed estremamente preziosi, alla Z per diamanti con colorazioni intense.
Clarity: è la purezza della pietra. Segnala la presenza, il numero, la posizione e la grandezza di inclusioni cristalline o discontinuità (microfratture) che diminuiscono la trasparenza interrompendo il cammino dei raggi luminosi. La scala di purezza va dalla prima sigla IF (che significa, puro alla lente a 10 x), a VVS, VS, SI, P1, P2, fino all’ultima sigla P3 (che significa con inclusioni estese immediatamente evidenti ad occhio nudo).
Cut: indica le proporzioni di taglio del diamante e la forma data alla gemma, compresa la finitura delle superfici lucidate. L’abilità del tagliatore è indispensabile per valorizzare la rifrazione della luce e di conseguenza la luminosità della pietra. Il diamante taglio brillante nelle proporzioni attuali (perfette tra dimensione della tavola, angolo del padiglione e angolo della corona) è il più celebre, in quanto studiato per esaltare al massimo le potenzialità della pietra (riflessione e dispersione della luce).
Esistono inoltre tantissimi altri affascinanti tipi di taglio del diamante: ovale, marquise, goccia, cuore, princess, carrè, radiant, smeraldo, tapered, cuscino, baguette, rosa olandese ecc.

Ulteriori informazioni
Ulteriori informazioni
colore No
Misure No
pietre Diamante